Il 24 settembre 2021 si scende in piazza per chiedere ai leader mondiali misure concrete e tempestive per salvaguardare il pianeta.

di Redazione

Il 24 settembre, a poche settimane dalla COP26 dell’ONU, si terrà la marcia per il clima: una mobilitazione dei giovani e di coloro che in tutto il mondo chiedono misure concrete e tempestive per la salvaguardia del pianeta. Questa manifestazione pacifica nasce nell’agosto dell’anno 2018 su stimolo dell’attivista svedese Greta Thunberg. Greta, quindicenne di Stoccolma, sceglie di non andare a scuola fino alla data delle elezioni svedesi, scendendo in piazza ogni venerdì per manifestare contro il governo locale. Una protesta solitaria per rivendicare l’importanza dell’ecosistema, una protesta che nel suo piccolo generò fin dall’inizio tanta approvazione e sostegno.

Quella ragazzina ha dato il via a un cambiamento rivoluzionario che ha permesso di dar voce a tutti coloro che fino ad allora erano rimasti in silenzio. Un movimento che prende il nome “Fridays For Future”. Da quel momento, al suo grido di speranza si sono uniti milioni di ragazzi e ragazze, decisi a manifestare per una causa comune, fermare il collasso climatico. Da una protesta personale diventò così una causa comune: una voce per il cambiamento, una voce per essere ascoltati, una voce che grida all’unisono “Insieme ce la faremo!”.

Il 24 settembre 2021, questa voce torna a farsi sentire come un narratore che vuole riscrivere la propria storia, dimostrando che siamo ancora in tempo per capovolgere una situazione che si prolifera catastrofica. La marcia per il clima è una ricorrenza pacifica volta a sensibilizzare sui cambiamenti climatici. Una questione che deve considerarsi una priorità nelle agende dei governi di tutto il mondo. Lo scopo della manifestazione è la richiesta ai leader mondiali di attuare azioni concrete volte a contrastare e mitigare la crisi climatica, come ad esempio l’eliminazione dei combustibili fossili volta alla riduzione consistente delle emissioni globali entro il 2050.

Humana People to People Italia che fa della tutela dell’ambiente uno dei propri obiettivi primari, ha deciso di aderire alla Marcia per il clima partecipando attivamente come sostenitrice della causa. Tutelare l’ambiente è una responsabilità comune, un dovere che anche Humana ha deciso di perseguire, schierandosi dalla parte di coloro che agiscono per rendere il pianeta un posto migliore.

La Federazione di Humana People to People, di cui Humana Italia fa parte, ha sempre avuto a cuore l’ecosistema, creando così dei progetti di agricoltura e sicurezza alimentare in Namibia, Malawi e Mozambico. 

In particolare, con il progetto Farmer’s Club, Humana, insieme alle comunità locali, interviene concretamente per mitigare le conseguenze dei cambiamenti climatici attraverso l’implementazione di tecniche di agricoltura sostenibile. Ciò contribuisce in maniera decisiva a migliorare la qualità della vita degli agricoltori delle piccole comunità nel sud del mondo, ancor più colpite da questi fenomeni climatici.

La stessa filosofia di rispetto e contatto con la natura si rispecchi anche nel progetto 3C – Coltiviamo il Clima e la Comunità di Humana Italia. Realizzato a Cornaredo, in provincia di Milano, l’Orto 3C ha l’obiettivo di alimentare lo scambio e la condivisione di esperienze, coltivando il proprio lotto di terra. Le persone coinvolte nel progetto, guidate da una farming istructor dell’organizzazione, intraprendono un percorso di formazione, mettendo in pratica tecniche di agricoltura biologica. Allo stesso tempo si “coltivano” anche rapporti umani, la natura diventa l’intermediario perfetto per ascoltare e per farsi ascoltare, creando legami sempre più solidi e duraturi.

Ed è proprio per preservare anche queste piccole preziose realtà, che Humana ritiene importante scendere in piazza il 24 settembre.

Basta false promesse”: Queste sono le parole che “rieccheggiano” tra la gente comune.

Attivarsi insieme per un “domani migliore”, può essere il giusto modo per mostrare la nostra forza, una forza che se condivisa attraverso l’azione collettiva può creare un legame speciale tra uomo e ambiente.

Quindi che aspetti? Unisciti a noi! Insieme per il clima!

Se vuoi partecipare anche tu alla marcia per il clima, visita il sito del movimento FridaysForFuture