Prima di raccontare nel dettaglio cosa faranno e cosa vedranno i vacanzieri in Malawi, vogliamo darvi qualche informazione in più per conoscere meglio questo Paese.

Il Malawi è uno stato dell’Africa sud-orientale e il suo territorio è circondato da altri tre stati: Mozambico, Zambia e Tanzania. E’ situato su un altopiano di 1.100 metri, non ha sbocchi sul mare ma è bagnato da un grande bacino d’acqua, il lago Malawi, detto anche Niassa.Questo lago fu attraversato per la prima volta da un battello a vapore portoghese nel XVI secolo, ma furono gli inglesi a effettuare una vera esplorazione nel paese con la “African Lakes Company”, con lo scopo di estendere la sovranità politico-economica sulla regione. Solo nel 1893 l’Inghilterra organizzò tutte le terre della valle dello Shire e della costa occidentale del lago Niassa e le unì tutte sotto un unico Protettorato dell’Africa Centrale, il “Central Africa Protectorate”.

Si dovrà però aspettare il 1903 affinché il Paese possa finalmente assumere il nome di Nyasaland e il 1953 per la costituzione, insieme alle due Rhodesie (Zimbabwe e Zambia), della “Federazione Rhodesia-Nyasaland”.
L’indipendenza venne raggiunta definitivamente nel 1964 quando si sciolse la Federazione, iniziò l’autogoverno e il paese prese il nome attuale, Malawi, diventando una repubblica presidenziale.

La capitale dello stato del Malawi, che ad oggi si estende su una superficie di 118.484 Km2 ed ha una popolazione di circa 19 milioni di persone, è ancora oggi Lilongwe. La città più grande e il maggior centro commerciale del paese è invece Blantyre, che ha visto crescere la sua popolazione da circa 100.000 abitanti negli anni ‘60 a 500.000 alla fine degli anni ’90.All’interno del paese sono presenti diverse etnie: Chewa, Nyanja, Yao, Tumbuka, Lomwe, Sena, Tonga, Ngoni, Ngonde anche se il 35% della popolazione è di etnia Chewa.  La lingua ufficiale è l’inglese mentre la lingua nazionale parlata in tutto il paese è il chicheŵa, di origine bantu e parlata in gran parte dell’Africa Centrale e Meridionale.Il 75% della popolazione si dichiara cristiana, a causa all’influenza inglese, di cui il 55% protestanti e il 20% cattolici. Il restante 15% professa la religione islamica.

La moneta ufficiale è il Kwacha Malawi (MWK). Un Euro corrisponde, con il cambio attuale, a circa 819 kwacha.

La bandiera del Malawi è composta da bande orizzontali di diversi colori: il nero rappresenta la popolazione africana, il rosso il sangue versato per la libertà del paese e il verde la fertilità. In alto è presente un sole nascente con 29 raggi, che rappresenta la speranza di libertà del continente africano.
Vi lasciamo con l’inno del Malawi, che potete ascoltare cliccando qui sotto, “Mulungu dalitsa Malawi” (Oh God Bless Our Land of Malawi), introdotto nel 1964 e il cui testo e la musica sono di Michael-Fredrick Paul SAUKA.